SUSTAINABLE VIEWS

SUSTAINABLE VIEWS 

20-26/07/2021 – Espronceda-Institute of Art and Culture, Barcellona 

Curato da: IF – Imagine the Future

Artisti vincitori: Giacomo Graziano & Riccardo Grando, Marta Ciolkowska, 

Menzione Speciale: Giovanni Chiamenti

Mapping Artisti selezionati: Mustapha Benghernaout, Sandrine Deumier, Studio Fuzzy, Zoé Gruni, Paulius Sliaupa, Emanuele Dainotti, Hana Yoo, Sandra Lapage

“Sustainable Views”: undici artisti, molteplici punti di vista che riflettono sul tema della sostenibilità ambiente e sociale. Ognuno con il proprio stile espressivo, tramite i loro lavori, gli artisti in mostra intervengono nel dibattito ecologico offrendoci una riflessione su nuove forme di agire e di vivere. Le opere indagano differenti tematiche come la necessità di un riciclo responsabile, la salvaguardia dell’ecosistema naturale o la necessità di una visione zoegalitaria ed ecofemminista di futuro, attraverso il linguaggio video.

Sostenibilità intesa come un processo di cambiamento etico e sociale che sia in grado di portarci ad un (Environ)Mental Change (Kagan S., 2012), ironico gioco di parole che sottolinea l’urgenza di adottare un cambiamento culturale radicale che sia in grado di alimentare una nuova coscienza biosferica (Rifkin J., 2011) che percepisca il nostro Pianeta come un sistema unitario in cui società ed ambiente sono equipollenti e convivono in un ritmo vitale inter relazionato.

La mostra si presenta come uno dei premi offerti agli artisti vincitori dell’omonima Open call, in collaborazione con Espronceda, Institute of Art and Culture, Fondazione Pistoletto-Citadellarte (Biella, Italia), PAV-Parco Arte Vivente (Torino, ITalia), indetta da IF – Imagine the Future (Torino, Italia)

Tra i vincitori dell’open call, Marta Ciolkowska che ci offre una riflessione sul consumo massivo di plastica come arma letale per l’ecosistema. Riccardo Grando e Giacomo Graziano propongono invece una riflessione sui programmi ambientali attuati in Sierra Leone grazie alla Environmental Foundation for Africa. Giovanni Chiamenti, la menzione d’onore, che riflette sul ruolo e sul comportamento dell’uomo all’interno del suo ecosistema, come un’entità determinata da un dinamico e complesso sistema di relazioni e interdipendenze, partendo dal concetto di “sympoiesis” analizzato da Donna Haraway.

Completa la mostra un mapping di otto artisti, anch’essi partecipanti alla Call, ritenuti meritevoli di esposizione: Mustapha Benghernaout, Sandrine Deumier, Studio Fuzzy, Zoé Gruni, Paulius Sliaupa, Emanuele Dainotti, Hana Yoo, Sandra Lapage.

–> GALLERY COMPLETA QUI <–

VINCITORI

MARTA CIOLKOWSKA – Bottlefield

GIACOMO GRAZIANO & RICCARDO GRANDO – Against the tide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...